Emergenza Messina

 

Sono   gigantesche  le esigenze e le  problematiche  di questa città.

 

 Approdi-Baracche centenarie -Bilancio Comunale e provinciale  ed Aziende partecipate  -   Catasto incendi- Dissesto edilizio (a titolo esemplificativo:Poggio dei pini (Ritiro),Consorzio Peloritano Casa (S. Giovannello),Difesa suolo (mancata attuazione dei PIANI DI BACINO) Consorzio “La Casa Nostra (Tremonti); Dissesto idrogeologico- emergenza rifiuti – Lavoro-occupazione -Piano Regolatore- Piano di Protezione civile- Risanamento –Sanità pubblica- Scuole, Università ed edilizia –Torrenti- Tranvia- viabilità Il Dissesto finanziario del Comune (ancora non dichiarato)- Gli approdi di Tremestieri fatti nel sito sbagliato (sperpero di danaro pubblico)-Mancato utilizzo dei fondi Europei Agenda 2000-(restituiti quasi 3 miliardi di euro all’Europa per mancanza di Progetti Sic!)

 

                  SU TUTTE oggi l’ ’attenzione è concentrata sul l dissesto del territorio ancora flagellato  da piogge senza fine  ,da due giorni la città è senza acqua causa rotture conduttore acquedotto (Fiumefreddo e Fiumedinisi) 

Sono allarmato ed assai indignato ! Dove sono i progetti concreti per contrastare il fenomeno?

Forse il prossimo convegno sul rischio sismico ; forse la settimana della protezione civile ?

I signori bla bla bla ., complici  del dissesto , ambientale, paesaggistico etc..,  già  pregustano

il piacere della visibilità  e fors’anche  l’odore  dei soldi ( approfittare dell’emergenza e delle Ordinanze  PCM),  fedeli compagni dell’EMERGENZA (Per assunzioni a tempo determinato di sapore clientelare nonché assalto alla “Diligenza”…le casse dello Stato!)….                                     

Dimissioniamo questa gente inutile e  chiediamo, a gran voce, un Commissariamento, democratico militarizzato: Genio Militare- Esercito- Marina Militare-Aeronautica Militare- Guardia di Finanza- Coordinato dall’Arma dei Carabinieri di tutti gli Enti locali pubblici di questa città e di questa Regione per gestire questi territori che versano in stato di emergenza  oltre il “ codice rosso “  

A mali  estremi , rimedi estremi.

Nessun commento ancora

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial