Edilizia residenziale pubblica. Buco di bilancio del Comune di Messina di circa 200 mln di euro

  Il comportamento omissivo posto in Essere da this Comune Nella materia dell'ERP, Comportamento concretizzatosi Nella mancata, Quanto dovuta emanazione dei decreti di esproprio, ha dato Luogo al Notevole contenzioso attivato Dai privatizzazione per il ristoro dei Danni.

Il Comune di Messina”Repubblica autonoma”, non ha mai rispettato la norma inderogabile ex Legge quadro ERP n.865 / 71 art.35, Che disciplina i rapporti between the Comune e Gli Operatori Che realizzano i Programmi Costruttivi (Imprese; cooperativa di Abitazione ): detta norma Prevede che i rapporti Economici connessi al diritto di superficie Vanno puntualmente regolamentati Nella CONVENZIONE (atto stipulato Tra Comune e Cooperativa, per regolamentare regolamentare Programmi Costruttivi) nel senso che da solo DOPO il pagamento del Costo del diritto di superficie e possibile sottoscrivere la CONVENZIONE Tra le parti alla quale segue la consegna formale delle Aree.

In Sostanza, il Comune di Messina Stipula Una CONVENZIONE con la Cooperativa dal Contenuto”anomalo” nel senso Che il pagamento dei Costi Informazioni relative alla Acquisizione delle Aree di e rinviato alla emanazione del Decreto di esproprio; infatti NEGLI anni il Comune di Messina, ha consegnato i Terreni alle cooperative edilizie per Realizzare i Loro Programmi Costruttivi tramite l'emanazione del DECRETO DI Occupazione D'URGENZA..Sic |!

Prendendo atto Che il Tempo Necessario per arrivare all'emissione del Decreto di Esproprio e Di 90 giorno circa E del tutto illegittimo ed ingiustificato Occupare in via di urgenza i Terreni.

Oltretutto il DECRETO DI OCCPAZIONE d'urgenza non E giustificabile per costrure Abitazioni di edilizia convenzionata. 

Nella CONVENZIONE veniva Prevista Una Clausola Che in Presenza di Eventuale soccombenza giudiziaria per azioni Civili di ristoro da parte dei privati- espropriati, ovviamente Nei Confronti del Comune, i Informazioni relative Costi dovrebbero essere a Carico dei concessionari-Imprese o cooperative- Chiamati in Giudizio: una Clausola Così Concepita potrebbe, Apparentemente, evocare la Diligenza del buon Amministratore Che Si cautela ma substantially SEMBRA scaturire da un disegno premeditato perche' il Comune non portando un Compimento la Procedura espropriativa Nei termini fissati Dalla Legge (5 anni dall'emissione del Decreto di Occupazione d'urgenza) Coltiva il contenzioso civile acceso ovviamente dall'espropriato, senza chiamare in causa i concessionari per non danneggiarli economicamente, concessionari che, tuttavia, nella qualità di convenuti potrebbero invocare la nullità della Clausola in Quanto contraria a norme inderogabili (L.865 / 1971).

Infatti il ​​Comune risulta inadempiente Nei Confronti della Cooperativa per la circostanza Che non ha emanato Nei termini di legge (5 anni) il Decreto di esproprio, con conseguente contenzioso Giudiziario per Occupazione abusiva dei suoli da parte del Comune.

In virtù della Clausola capziosa Che l'operatore dovrebbe osservare rifondendo Gli oneri giudiziari al Comune, i Dirigenti inviano Una semplice nota al Concessionario del diritto di superficie, invitandolo Entro 30 giorni al pagamento del dovuto.

Decorsi infruttuosamente i 30 giorni, la Pratica archiviata VIENE RISPETTO al Destinatario ma non RISPETTO al bilancio, nelle cui voci nella Attivo (Residui Attivi) vengono University incluso, con Effetto moltiplicatore, i presunti crediti vantati ...... ma inesigibili giuridicamente per mancanza del Decreto di esproprio per Motivi intuibili, non Emanato.

Il Danno economico per il Comune Si e ELEVATO all'ennesima potenza per la circostanza Che trascorsi i 5 anni (dal giorno dell'occupazione del terreno in via d'urgenza) senza Che il Comune Abbia emesso il Decreto di esproprio, nel contenzioso Giudiziario attivato dall'espropriato Nei Confronti del Comune LO STESSO VIENE Comune condannato Anche per l'Occupazione abusiva dei Terreni.

 

    

  I Responsabili of this enorme Debito Sono da individuare Tra i Dirigenti e Gli Amministratori Che Si Sono succeduti una Partire Dagli anni '70 in poi. Anni NEGLI il Consiglio Comunale ha esitato innumerevoli Delibere (probabilmente also in QUESTI Ultimi anni) per Riconoscere QUESTI Debiti-ovviamente fuori Bilancio (Debiti non previsti) ed autorizzaare la tesoreria del Comune ad emettere il Relativo Mandato di pagamento.   

Il Consorzio “La Casa Nostra” ...... docet (Il Comune ha pagato per i contenziosi Informazioni relative all'assegnazione dei Terreni, assegnati al medesimo Consorzio, sicuramente Una cifra non inferiore ai 40 miliardi di lire)    

Presumibilmente, Gli Amministratori Hanno temuto sempre Che l'Autorità Giudiziaria Competente, all'atto della ufficializzazione del dissesto Finanziario del Comune, potesse accertare Abusi e ruberie perpetrati NEGLI anni dai medesimi (Ipotizzo Che il Danno subito dal Comune SIA Almeno di 100 Milioni di euro) .vi e da considerare Che le Leggi Urbanistiche statuiscono Che l'Edilizia economica e popolare DEVE Essere un Costo zero per il Comune..Sic?

 

Addirittura, NEGLI Anni Recenti, have been elargiti Lauti Premi di Produzione ai Dirigenti Comunali !!!  

 

Ma Quali Obiettivi Hanno raggiunto i medesimi al punto da Essere puro Premiati?

Personalmente ritengo Che L'Unico Obiettivo raggiunto SIA Stato l'assalto alla diligenza ... ..le casse del Comune ...... ...... dissestate da this GIOCO D'AZZARDO !! ...

  Su Quanto sopra rappresentato, Chiedo Quali iniziativa i Destinatari nella Indirizzo intendono intraprendere, con Particolare Riferimento all'accertamento della reale Situazione Finanziaria e relativa implicazioni.

Il Presidente del Consiglio Comunale, Destinatario della presente Nome, Vorra consegnarne copia ai sigg. Consiglieri Comunali (Il Consiglio Comunale e organo di Indirizzi e Controllo di TUTTI GLI atti dell'Amministrazione comunale).

La presente Nome, Ai sensi e per Gli Effetti della L.241 / 90 e successive modifiche ed integrazione ed also Agli Effetti dell'Art. 328 cp e Norme applicative.

Si puntualizza Infine Che il Comune non ha mai riscontrato le mie note sull'argomento, TRA QUESTE nota si segnalano Quella datata 19 Ottobre 2006 e Quella datata 26 Agosto 2013. 

                       Messina 26 novembre 2015

           Ing. Carmelo Cascio

Nessun commento ancora

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial